Centro Psyche onlus


Vai ai contenuti

il lavoro dell'operatore socio-sanitario

aggiornamento

per l'aggiornamento professionale
di assistenti sociali, infermieri professionali, operatori sociali

STRESS, “BURNOUT” E “MOBBING” NELLA PROFESSIONE DELL’OPERATORE SOCIO-SANITARIO

_____________MOTIVAZIONI ED OBIETTIVI __CONTENUTI

La professione socio-sanitaria è un lavoro altamente a rischio, a causa dell'impatto che ha sul corpo e sulla mente del paziente, e sulla sua famiglia. La conoscenza dei fattori organizzativi e delle dinamiche relazionali può aiutare l'operatore a prevenire situazioni di grave disagio che possono condizionarne la vita personale oltrechè professionale.

Organizzazione del lavoro e stress nelle professioni socio-sanitarie.
La "sindrome di burnout": epidemiologia, sintomi, trattamento.
Il "mobbing": aspetti giuridici, aspetti psicologici, strategie di difesa.
La prevenzione dello stress, del "burnout" e del "mobbing" nel lavoro socio-sanitario.

LA COMUNICAZIONE EFFICACE E LA GESTIONE DEL CONFLITTO NEL LAVORO SOCIO-SANITARIO

_____________MOTIVAZIONI ED OBIETTIVI __CONTENUTI

Una prestazione efficace in ambito socio-sanitario si basa su una adeguata preparazione teorica ma anche sulla conoscenza dei principi fondamentali della comunicazione nei vari contesti relazionali: paziente, colleghi, famiglie. Conoscenza indispensabile anche per gestire in modo efficace le situazioni di conflitto tra i vari soggetti dell'assistenza..

I fattori del comportamento umano. Teorie della comunicazione e dei sistemi. La comunicazione in équipe.
La procedura del "problem-solving". Tecniche di comunicazione efficaci.
La gestione del conflitto nella lavoro socio-sanitario.

LA DISABILITA’ E LA NON AUTOSUFFICIENZA

____________MOTIVAZIONI ED OBIETTIVI ___CONTENUTI

L'assistenza alla persona disabile e/o non autosufficiente costituisce la prestazione più richiesta nel lavoro socio-sanitario. L'impatto con il corpo del malato e la gestione dei suoi bisogni fondamentali richiedono all'operatore una formazione teorico-pratica, unita alla conoscenza dei meccanismi della relazione col paziente e con i familiari.

Definizioni, classificazioni, epidemiologia. Aspetti psicologici e aspetti giuridici.
La famiglia.
La valutazione e la definizione del programma terapeutico.
L'intervento: principi generali, programmazione, valutazione dell'efficacia.

LE MALATTIE GRAVI E LA MORTE

____________MOTIVAZIONI ED OBIETTIVI ___CONTENUTI

La malattia grave, la fase terminale e la morte hanno un impatto fortissimo sull'operatore: sul piano professionale, ma anche e soprattutto sul piano personale. Per farvi fronte, e per evitare di esserne travolto, egli può aumentare le proprie conoscenze tecniche e può imparare a elaborare i propri vissuti personali profondi che tali eventi richiamano

La diagnosi di gravità: dalla formulazione alla comunicazione.
L'interazione con il malato grave e con la sua famiglia.
L'operatore socio-sanitario davanti alla malattia grave e alla morte.
L'elaborazione del lutto da parte dei familiari e dell'operatore.


Associazione Centro Psyche onlus - Via Pascarella 4, Latina – tel. 338.5014146, fax 0773.702146 – P.I. 01942370592 |

Torna ai contenuti | Torna al menu